Arrivano i rinnovi per Handanović e Palacio

rinnovi palacio handanovic

“Se vuoi costruire una squadra vincente devi partire dal portiere”. Quante volte abbiamo sentito pronunciare questa frase? Una frase – anzi, una verità – dalla quale la società nerazzurra ha voluto cominciare l’anno nuovo rinnovando il contratto a Samir Handanović fino al 2019. Altri tre anni di contratto per il portiere sloveno – arrivato a Milano nel luglio del 2012 dall’Udinese per sostituire una bandiera del Triplete come Julio Cesar – e un messaggio chiaro da parte della società: l’Inter la vogliamo vincente e i big li blindiamo. Il Fair Play Finanziario è sempre una minaccia costante e il rischio che di fronte ad un’offerta importante un big possa essere ceduto rimane: quantomeno, in quest’ottica, il rinnovo di Samir permette a Thohir di garantirsi un bel tornaconto economico in caso di cessione del suo portiere titolare. Cessione che sembrava essere vicina alla fine della passata stagione, quando Handanović non nascose il suo desiderio di giocare la Champions, obiettivo che i nerazzurri non riescono a centrare da ormai troppi anni (a volte nemmeno raggiungendo le posizioni utili per l’Europa League). Ma quest’anno una delle prime tre posizioni è d’obbligo e la possibilità di lottare anche per qualcosa di più è concreta. E se siamo primi in classifica lo dobbiamo anche – e aggiungerei soprattutto – alle parate di Samir (se penso a quella su Destro contro il Bologna allo scadere mi si ferma ancora il cuore…).

Non a caso se su 18 partite di campionato 9 le vinci per 1 a 0 qualche merito il portiere lo deve pur avere. Inutile dire che fino ad ora le parate di Handanović hanno compensato i pochi gol segnati in attacco, dove i bomber nerazzurri ancora faticano a trovare una vena realizzativa costante e travolgente.

A soffrirne particolarmente è Rodrigo Palacio, ostacolato dall’età che avanza (34 anni a febbraio), dagli infortuni e dalla concorrenza nel reparto offensivo. Ma il lavoro di movimento là davanti, il fiuto per il gol (54 gol in 132 presenze in nerazzurro per l’argentino) e l’attaccamento alla maglia gli sono valsi il rinnovo per un altro anno fino al 2017. Una notizia che fa piacere a tutti noi tifosi interisti, che ancora ricordiamo quando qualche anno fa Palacio reggeva da solo tutto il peso dell’attacco facendo gol e assist a raffica sacrificandosi anche in fase difensiva fino a consumarsi. Se poi decidi un derby con un delizioso colpo di tacco allo scadere, facendo crollare San Siro il rinnovo te lo meriti di rendita negli anni. 

In campionato il Trenza è ancora a secco, con un solo gol all’attivo messo a segno in Coppa Italia nella vittoria per 3 a 0 contro il Cagliari, ma tutti noi aspettiamo che la treccia di Rodrigo torni a sventolare in aria mentre corre ad esultare per un gol. Perché è vero che per vincere devi avere un buon portiere che ti toglie le castagne dal fuoco, ma se segni qualche gol in più sicuramente male non fa. Con la speranza che Samir e Rodrigo si tolgano magari la soddisfazione di alzare un giorno anche qualche trofeo (ma silenzio, non diciamolo troppo forte…).

giulma
Latest posts by giulma (see all)

About the Author

giulma
Interista a otto anni grazie a un doppio passo del Fenomeno, visto per caso in televisione. Le lacrime di amarezza del 5 maggio hanno scavato solchi, colmati dalle lacrime di gioia per un Triplete festeggiato il giorno di uno straordinario ventesimo compleanno. Innamorato dei colori nerazzurri e di Javier Zanetti.

Be the first to comment on "Arrivano i rinnovi per Handanović e Palacio"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*