Jovetić, l’attaccante tuttofare per Mancini

Stevan Jovetić
Facebook, Stevan Jovetić official page

Dopo i colpi in difesa (Murillo, Miranda, Montoya) e quello a centrocampo (Kondogbia) il mercato dell’Inter può contare un altro arrivo, stavolta nel reparto offensivo: al rientro di Biabiany in nerazzurro si aggiunge infatti il tanto atteso arrivo di Jovetić dal Manchester City. Il montenegrino, dopo essere stato corteggiato per molte sessioni di mercato da Ausilio, è finalmente arrivato a Milano: 3 i milioni sborsati dall’Inter per il prestito biennale con riscatto fissato a 12.

Domenica è arrivata l’ufficialità del buon esito dell’operazione, con gli account social dell’Inter ad annunciare le visite mediche previste per oggi e lo stesso giocatore a postare alcune foto su Facebook mentre si dirige a Milano e svolge le visite.

 

 

 

 

 

 

 

In attesa di capire il futuro di Shaqiri e quello di Perisic – con Salah nel frattempo ad un passo dalla Roma – l’attacco nerazzurro comincia a delinearsi, con il montenegrino che va a rinforzare un reparto fino ad ora composto da Icardi, Palacio e appunto Shaqiri, con Longo e Biabiany ancora oggetti misteriosi. Jovetić torna così in Italia dopo due stagioni passate al Manchester City, che lo acquistò dalla Fiorentina per 26 milioni più 4 di bonus: con i Citizens conquista una Premier e una Coppa di Lega nella stagione 2013/2014, la sua prima a Manchester. In Inghilterra segna 6 reti in 18 presenze fra campionato e coppe nella prima annata, mentre nella seconda i gol sono 5 in 26 presenze. Numeri non certo esaltanti per un giocatore di sicuro talento, come dimostrano i 40 gol in 135 partite con la Fiorentina.

La concorrenza al City non ha permesso a Jovetić di avere continuità, con Pellegrini che gli ha sempre preferito i vari Dzeko, Aguero, Bony, David Silva e Jesus Navas, complici anche gli infortuni dell’ex viola. Tutto questo l’ha anche portato ad essere escluso a febbraio dalla lista Champions, evento che ha inevitabilmente incrinato i rapporti fra Jovetić e Pellegrini. Ecco quindi la decisione di cercare maggior fortuna all’Inter, per sentirsi di nuovo protagonista e al centro di un progetto importante, con un ritorno in quella Serie A che lo aveva lanciato e consacrato nel calcio che conta.

https://www.youtube.com/watch?v=7lGQ4FEay9k

Mancini ha così il primo vero rinforzo per rendere la sua squadra malleabile su più moduli, specialmente in avanti, date anche le zero reti segnate dai nerazzurri nella tournée cinese contro Bayern, Milan e Real Madrid. Jovetić può infatti ricoprire più ruoli, dall’esterno nel 4-2-3-1 e nel 4-3-3 al trequartista nel 4-3-1-2, finanche alla prima e alla seconda punta. Caratteristiche che permetteranno così a Mancini di far nascere un’Inter imprevedibile, aspettando di completare una rosa sempre più competitiva e di livello.

Benvenuto Jo-Jo!

 

giulma
Latest posts by giulma (see all)

About the Author

giulma
Interista a otto anni grazie a un doppio passo del Fenomeno, visto per caso in televisione. Le lacrime di amarezza del 5 maggio hanno scavato solchi, colmati dalle lacrime di gioia per un Triplete festeggiato il giorno di uno straordinario ventesimo compleanno. Innamorato dei colori nerazzurri e di Javier Zanetti.

Be the first to comment on "Jovetić, l’attaccante tuttofare per Mancini"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*