Assemblea dei soci e aumento del capitale, si può tornare a sognare?

Si è tenuta l’attesa assemblea dei soci, e finalmente tutte le modifiche all’assetto societario sono ufficializzate, e si può iniziare a immaginare il nuovo futuro nerazzurro. Rispondiamo alle prime domande facili:

“Thohir resta presidente?” Sì.”
Bolingbroke resta amministratore delegato? Sì.”
Massimo Moratti lascia la società? Sì, definitivamente.
“Zhang Jindong, numero 1 di Suning, entrerà direttamente società?” No, per il momento non avrà alcun ruolo.
Ma i cinesi metteranno soldi veramente nell’Inter?” Bhe decisamente sì, e lo hanno già in modo molto serio, oltre ai 120 milioni spesi per rilevare la maggioranza dell’Inter da Thohir sono stati investiti ben 142 milioni come aumento di capitale, quindi come liquidità direttamente nelle casse societarie, inoltre vanno registrati altri 100 milioni sotto forma di finanziamento dei soci, che è una sorta di prestito che i soci fanno alla società per le operazioni di ordinaria amministrazione, come già fatto in passato da Thohir, e da Roman Abramovic al Chelsea (avevamo trattato la cosa in passato, mentre qui Calcio e Finanza spiegava accuratamente il giro dei prestiti del presidente indonesiano).

Sono tutti numeri molto interessanti, ma c’è un’altra domanda che a tutti noi tifosi interessa di più ed è Ma sti soldi li possiamo spendere o no?, che poi è la versione soft e subliminale del Sì ok, ma vinciamo lo scudetto o no?, che tutti pensiamo ma non diciamo mai a voce alta. La risposta non è proprio facilissima, ma di sicuro ha un tono incoraggiante.

L’aumento di capitale, da che mondo è mondo, oltre a essere il più comodo dei modi per ripianare i debiti (e in parte sarà utilizzato per questo), è anche l’anticamera degli investimenti sul mercato. E visto e considerato che i debiti non sembrano preoccupare Suning, è evidente che la nuova società voglia investire sulla rosa dell’Inter. Ed è proprio durante la conferenza stampa che si sono fatti addirittura dei nomi, cosa di per sè inusuale e che capita solo con intenzioni manifeste, e i nomi sono quelli di Gabriel Jesus, Candreva e Berardi, come detto dallo stesso Thohir. Le parole di Zhang Jindong suonano eloquenti, e anche un pò ingenue: “Vogliamo vincere lo scudetto e l’Europa League. Solo così si può tornare all’apice mondiale. L’obiettivo è giocare la Champions”, ma è evidente che, se non sarà vittoria, almeno sarà tentativo di essere competitivi.

Altra domandona da 100 punti, E con il Fair Play Finanziario come la mettiamo?. Ecco, questa risposta è complicata. Suning e Thohir credono di poter ammorbidire il giudizio della UEFA, e poter così aggirare i piani di rientro, che dovrebbe avvenire alla fine della prossima stagione, secondo il patto stipulato tra la stessa UEFA e l’Inter. Ci sono delle condizioni alle quali il Fair Play Finanziario possa essere ammorbidito, ma una delle condizioni è non aver sottoscritto alcun patto volontario, cosa che impedisce all’Inter di avere alcuno sconto. In teoria la nuova società potrà comunque provare a trattare con la UEFA, ma le possibilità di riuscita sono ridotte al lumicino. E quindi cosa potrà succedere? Se le cose restassero così, l’Inter dovrebbe comunque ed in ogni caso vendere per poter comprare, indipendentemente dall’entità di un qualsiasi aumento di capitale, a meno che la nuova società non riesca ad ottenere delle deroghe, che ad oggi sembrano poco probabili.

Certo è che avere una società finanziariamente più solida, è una cosa molto buona, visto che dal 2017 i vincoli del FPF dovrebbe sostanzialmente ridursi, aumentando le possibilità di grossi investimenti sul mercato. La nuova Inter cinese ha dalla sua le maggiori attrattività per sponsor da ogni parte del mondo, e con Pirelli di nuovo intenzionata a restare sponsor nerazzurro, l’insieme della situazione nerazzurra può definirsi ottimistica per il lungo periodo e, con un mercato intelligente e oculato, ci sono possibilità concrete di vedere un’Inter competitiva fin da subito, e perchè no, tornare a sognare grandi cose per i prossimi anni, come ha detto oggi l’ex presidente Moratti, oltre a consigliare Payet alla nuova dirigenza.

Per approfondire ulteriormente, consigliamo l’articolo odierno di Calcio e Finanza, ispirazione e base di questa riflessione.

 

 

Mikhail
Latest posts by Mikhail (see all)

About the Author

Mikhail
Cintura nera di interismo da sempre, fonda Progetto Inter come angolo di sfogo, insieme al fratello Alessandro. Orfano di Christian Eriksen, ma sicuro che Inzaghi non possa mai essere più indisponente di Antonio Conte.

Be the first to comment on "Assemblea dei soci e aumento del capitale, si può tornare a sognare?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*