Pagelle Udinese-Inter: decide tutto Perisic

Tre punti, quarta vittoria consecutiva, Felipe Melo al Palmeiras, che altro aggiungere?

Handanovic 6: Nulla da fare sul gol friulano, nelle altre occasioni della partita viene graziato dalla mira scadente degli avversari.

D’Ambrosio 5,5: Prima metà di gioco horror, l’Udinese spinge quasi sempre dalla sua parte, ed è proprio da lì che nascono le situazioni più pericolose per i padroni di casa, tra cui il gol.

Murillo 5,5: In balia degli avversari, spiana la strada a Jankto per il gol del vantaggio bianconero. Si riprende un po’ nella seconda frazione, ma non si può giocare a corrente alterna in quel ruolo.

Miranda 6,5: Comanda con la consueta autorità la difesa.

Ansaldi 6,5: Va avanti e indietro che è un piacere, e in fase difensiva è più attento del solito.

Brozovic 5,5: Partenza a rilento da parte sua, ma non si può certo dire che manchi l’impegno. L’ammonizione gli farà saltare la prossima partita contro il Chievo.

Kondogbia 5,5: Parlar bene di lui per più di cinque minuti è impossibile, appena pensi che non sta neanche giocando così male, eccolo che dà il via a qualche mossa suicida che potrebbe spianare la strada agli avversari, come il folle passaggio in diagonale nel primo tempo, o l’azione che ha mandato in porta Zapata nella ripresa.  (Dall’83’ Eder SV)

Banega 5,5: Ha l’indubbio merito di voler verticalizzare il gioco, ma alle volte ritarda un po’ l’azione. (Dal 56′ Joao Mario 6: Il suo ingresso ravviva il centrocampo, ma si dimostra poco cinico nei pressi della rete. Ottima la punizione che permette a Perisic di siglare il definitivo 2 a 1.)

Candreva 4,5: Partita terrificante, spinge poco, crossa da qualsiasi posizione gli capiti e non vince un duello che sia uno.

Perisic 7: E oggi non gli si può dire nulla, riesce ad andare sul fondo in più occasioni e trova anche una doppietta.

Icardi 5,5: Se non fosse per l’assist del primo tempo, non ci si accorgerebbe della sua presenza.

Pioli 6,5: La formazione è rischiosa? I cambi sono rischiosi? I risultati hanno dato ragione al mister, speriamo che la compattezza del gruppo non sia passeggera come invece è successo nel recente passato.

Alessandro

L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.
Alessandro

About the Author

Alessandro
L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.

1 Comment on "Pagelle Udinese-Inter: decide tutto Perisic"

  1. Francesco Vadala' | Gennaio 9, 2017 at 7:22 pm | Rispondi

    Pagelle non condivisibili

Leave a comment

Your email address will not be published.


*