Pagelle Sassuolo-Inter 3-4: Lautaro svetta su tutti, Lazaro è incubo

Handanovic 5,5: Sulle tre reti dei padroni di casa non c’è molto che potesse fare.

Skriniar 6: Oggi spostato nel centrodestra, negli ultimi venti minuti prende parte alla sbandata collettiva della difesa.

De Vrij 6,5: In difesa ha visto giornate migliori, ma un premio per l’assist che vale il momentaneo 1-4, lo merita.

Bastoni 6: Più a suo agio di Biraghi in copertura, a volte sbaglia qualcosa in fase di fraseggio, ma complessivamente non male.

Candreva 6,5: Finché in campo c’è lui, si subisce poco sulla fascia e partecipa abbastanza alla manovra. I problemi iniziano con la sua sostituzione. (Dal 73′ Lazaro 4: Decidete voi se il suo ingresso spegne l’Inter, accende il Sassuolo o entrambe le cose. La corsia di destra nerazzurro diventa libera e i padroni di casa riaprono una partita fin lì senza storia.)

Gagliardini 6,5: Sensi non c’è, quindi si ritrova titolare, ma non per questo lo sostituisce tatticamente. Buono il lavoro di interdizione, un po’ meno a suo agio coi piedi, ma quella non è una novità.

Brozovic 7,5: Libera Laurato per la prima rete, e contiene l’attacco avversario. A centrocampo è e rimane l’uomo di cui non si può fare a meno.

Barella 7: Comincia con le marce basse, commettendo un paio di errori in fase di costruzione non da lui. Con l’incedere della gara sale il rendimento e guadagna un gran numero di punizioni.

Biraghi 5,5: Benino in attacco, timido in difesa, specie nella prima rete avversaria dove lascia troppo spazio a Berardi.

Lautaro Martinez 8: È vero si divora un gol praticamente fatto davanti al portiere, ma per il resto gioca in modo sublime. Sfianca la retroguardia avversaria e dà profondità all’attacco nerazzurro come non si vedeva da tempo. Doppietta per lui e oggettivamente migliore in campo. (Dal 72′ Politano 5,5: Da subentrante di solito ha fatto bene. Oggi però non era una di quelle giornate.)

Lukaku 7: L’inizio non lasciava presagire nulla di buono, inoltre fa annullare la rete del compagno di squadra per un fallo ingenuo su un difensore. Poi alla prima occasione si libera dell’uomo in aera e trova la rete. Ne arriva un’altra su rigore. Avversario modesto in difesa? Probabile, ma è quanto gli serviva per allontanare un po’ le critiche piovutegli nelle ultime settimane e riprendere fiducia. (Dal 90′ Vecino SV)

Conte 6,5: Si vince ma arrivano dei segnali preoccupanti su cali di concentrazioni della squadra. Il Sassuolo malgrado fosse sotto di 3 gol a meno di venti minuti dalla fine, ha avuto la possibilità di pareggiare. Le sostituzioni del mister hanno dato più energia agli avversari che aiuto alla squadra.

Alessandro

L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.
Alessandro

About the Author

Alessandro
L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.