Pagelle Roma-Inter 2-2: ennesima rimonta subita, ennesimo pareggio

Handanovic 5,5: Esce male dalla porta in più di un’occasione, in una di queste viene graziato dai padroni di casa che si divorano un gol fatto.

Bastoni 5,5: Impreciso e falloso. (Dall’82 D’Ambrosio SV)

De Vrij 6,5: Segna la rete che dà il momentaneo vantaggio. Non riesce a vincere il duello con Dzeko che dà il via al 2-1 giallorosso.

Skriniar 6: Prestazione ordinata senza particolari errori.

Young 5,5: Soffre in difesa, offre meno del solito in fase di spinta. (Dal 67′ Biraghi 6: Poche possibilità per mettersi in mostra.)

Barella 6: Prende un’ammonizione dopo pochi minuti, non cambia però l’atteggiamento in campo. Alterna buone giocate ad altre così così.

Gagliardini 5,5: Non male, alle volte però pasticcia con degli appoggi elementari. (Dal 69′ Eriksen 5,5: Ingresso con poca convinzione.)

Brozovic 6: Meno dirompente del solito, gioca in una posizione più avanzata e si ritrova a gestire quindi meno palloni.

Candreva 5,5: Poco efficace in attacco, in difficoltà a contenere le incursioni avversarie. (Dal 67′ Moses 6: Subisce un fallo clamoroso e goffo che procura il rigore nel finale.)

Alexis Sanchez 6,5: Assit per la prima rete, e in generale è parso ancora una volta il giocatore più in forma e propositivo là davanti.

Lautaro Martinez 5: Segna un gran bel gol, come non gli capitava da mesi. Purtroppo però a gioco fermo. Per il resto la difesa della Roma lo contiene senza affanni. (Dal 67′ Lukaku 6: Si vede che non è al meglio, ma dal dischetto rimane pur sempre una garanzia.)

Conte 5,5: Non è la prima volta che la squadra in vantaggio, non è la prima volta che la squadra viene raggiunta. Accade poi lo stesso a parti inverse, evitando così i tre punti ai padroni di casa, ma i contorni di questa stagione sono sempre più simili a quello di un treno perso.

Alessandro

About the Author

Alessandro
L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.