Pagelle Psv-Inter 1-2: altra rimonta, altra vittoria

Handanovic 6,5: Partita non semplice, sbaglia il tempo dell’uscita che gli costa l’ammonizione nel primo tempo. Graziato dal palo che sarebbe valso il 2 a 1 per i padroni di casa su un tiro comunque violento e angolato, per poi compiere l’intervento che vale il risultato quando nega un gol in rovesciata sul finale.

Aasamoah 7: Una garanzia, attivo in attacco e molto autoritario in difesa.

De Vrij 7: Perfetto nel gioco aereo dove predomina.

Skriniar 7: Come il suo compagno olandese, contiene bene gli attacchi avversari.

D’Ambrosio 5,5Si soffre di più dalle sue parti, va in consueto affanno nel chiudere le iniziative dei padroni di casa e si fa trovare spesso fuori posizione, specie nella prima metà di gara. Prova che assume più colore nel secondo tempo, ma nulla di esaltante.

Brozovic 7,5: Si è preso il centrocampo dell’Inter, non da stasera ma da un bel po’ di mesi, è il giocatore che più di tutti ha beneficiato dell’arrivo di Spalletti sulla panchina nerazzurra.

Vecino 6: Primo tempo un po’ così, dove fa fatica a farsi notare, se non per la palla gol non sfruttata servita da Icardi. Meglio nella ripresa.

Perisic 5,5: 
Opaco e spento, raramente riesce a incidere come vorrebbe.

Nainggolan 7,5: Prestazione maiuscola dell’ex giallorosso che suona la carica e porta l’Inter al pareggio, avviando la stessa azione, e si rende più volte pericoloso in attacco, oltre che utile in fase di recupero. (Dall’86 Borja Valero SV)

Politano 7: Dopo la prima rete in nerazzurro di sabato scorso, altra partita convincente, è una spina nel fianco per la difesa olandese. (Dal 91′ Candreva SV)

Icardi 7,5: Grande prestazione del capitano, partecipa alla prima rete, è bravissimo a creare un’ottima palla gol per Vecino, ed è lesto ad approfittare della sciagurata uscita dai pali del portiere del PSV che lascia la porta sguarnita travolgendo il suo compagno di squadra, che vale il gol della vittoria.

Spalletti 7: Non si poteva chiedere di più da queste prime due partite in Champions, anche con la combinazione dei risultati dagli altri campi. Prossima volta toccherà andare in Spagna ad affrontare il Barcellona, con più tranquillità di quanto ci saremmo aspettati nel pomeriggio del sorteggio.

Alessandro

L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.
Alessandro

About the Author

Alessandro
L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.