Pagelle Napoli-Inter 1-3: Lukaku rompe il tabù al San Paolo

NAPLES, ITALY - JANUARY 06: Romelu Lukaku of FC Internazionale celebrates after scoring the 0-2 goal during the Serie A match between SSC Napoli and FC Internazionale at Stadio San Paolo on January 06, 2020 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Handanovic 6: Non può fare granché sul gol ravvicinato di Milik, abbastanza attento quando chiamato in causa negli altri interventi.

Skriniar 6,5: Partenza in salita, perde qualche volta di troppo l’uomo in area. Secondo tempo positivo.

De Vrij 7: Nei duelli aerei si difende abbastanza bene, comanda la difesa con la consueta autorità.

Bastoni 7: Ripaga la fiducia del mister, continuando a giocare senza timore e in modo ordinato.

Candreva 6,5: Poca visibilità per lui nella transizione offensiva, ma dà comunque una mano in difesa.

Brozovic 7,5: Un piacere riaverlo a centrocampo dopo la precedente squalifica, svetta su tutti e trova anche l’assist per la doppietta di Lukaku.

Vecino 6: Innegabile che corra, innegabile anche che non incide moltissimo nella manovra. (Dal 73′ Sensi 6: Entra quando l’Inter è più impegnata a difendersi e ha poco spazio per mettersi in mostra.)

Gagliardini 6,5: A volte litiga un po’ con la palla quando c’è da costruire, ma fa un buon lavoro a centrocampo in fase di recupero. (Dal 56′ Barella 6: Buona notizia che possa giocare, la forma migliore però deve ancora recuperarla.)

Biraghi 6: Soffre un po’ in marcatura e, assieme a Skriniar, non mette in atto la trappola del fuorigioco su Callejon in occasione della rete dei padroni di casa. Partita tutto sommato ordinata.

Lautaro Martinez 7: Segna la rete che chiude il discorso, solita prestazione dove grinta e pressing non sono mancati.

Lukaku 8,5: Partita sontuosa, probabilmente la migliore ad oggi in nerazzurro. Prima rete fantastica con bel palo rete dopo aver seminato la difesa avversaria, seconda rete ottenuta con l’intervento un po’ goffo di Meret. (Dall’88’ Valero SV)

Conte 8: L’Inter tiene bene il campo per tutti i novanta minuti, senza lasciare troppi spiragli a una rimonta azzurra. Non si vinceva qui dal’ottobre del 1997 quindi, al di là del fatto che il Napoli non stia facendo un gran campionato, rimane comunque una vittoria pesantissima.

Alessandro

L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.
Alessandro

About the Author

Alessandro
L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.