Pagelle Ludogorets – Inter 0-2: primo acuto di Eriksen

L’Inter batte il Ludogorets 0-2 nella gara d’andata dei sedicesimi di finale di Europa League. Il primo gol di Christian Eriksen in nerazzurro sblocca la gara, chiusa dal rigore trasformato da Lukaku nel recupero. Da segnalare le difficoltà dell’Inter nel primo tempo, apatica e lenta, quasi in pantofole.

Padelli SV: Spettatore non pagante.

Godin 6,5: Serata tranquilla, gestita con esperienza.

Ranocchia 6,5: Torna capitano in Europa, e gioca una partita attenta.

D’Ambrosio 6: Litiga un po’ con la palla, ma in fase difensiva sa farsi valere.

Moses 6,5: Il numero 11 copre bene la sua fascia in entrambe le fasi, e va spesso e volentieri sul fondo. (dal 72′ Barella 6,5: Contribuisce al cambio di marcia del centrocampo)

Biraghi 5,5: Anche oggi lascia sempre un po’ a desiderare, ed è goffo in alcune situazioni. (dal 81′ Young SV)

Borja Valero 6,5: Dà ordine, fa il Brozovic insomma, e detta bene i tempi.

Vecino 6: Bene in fase di recupero palla, ma troppo frettoloso nell’ultimo tocco.

Eriksen 7: Prima rete in nerazzurro, con un bel tiro dal limite dell’area di rigore. Poco dopo il gol prende in pieno una traversa, con un tiro molto più bello e potente. Il gol gli dà fiducia, e nel finale cresce ancora. Deve allinearsi con il passo dei compagni, ma la sua qualità è nota a tutti.

Sanchez 7: Nel primo tempo è tra i pochi a muoversi, e nel secondo tempo suona la sveglia per il resto dei compagni di squadra. Va vicino al gol con uno strepitoso colpo di tacco alla Crespo, che toccato dal portiere finisce sul palo.

Lautaro Martinez 5: Disturbato dalle voci di mercato? Forse. Il fatto è che Lautaro è sembrato anche oggi un pochino assente, e l’Inter è migliorata in campo subito dopo la sua uscita sul campo. Partita davvero opaca. (dal 64′ Lukaku 7: Il gigante buono è il principale protagonista del cambio passo dell’Inter. Il suo ingresso scuote la squadra e spaventa il Ludogorets, entra nel gol di Eriksen e trasforma il rigore nel recupero. Cosa chiedere di più?).

Conte 6,5: Il primo tempo è stato deludente, ma il secondo è stato ok. L’Inter è lontana dalla forma di qualche mese fa, e oggi ha fatto rifiatare più di un titolare. Preoccupa la condizione psicofisica di Lautaro Martinez, e la discontinuità di Eriksen (fino al gol poco ancora poco presente nel gioco). Il risultato consentirà al ritorno di giocare con maggiore tranquillità.

Mikhail

About the Author

Mikhail
Amante del cinema, cintura nera di interismo da sempre, fonda Progetto Inter come angolo di sfogo, insieme al fratello Alessandro. Sognatore e innamorato dei calciatori più o meno falliti, spera che Suning e Spalletti riescano a raddrizzare la baracca. E magari sarebbe bello vedere Ausilio fuori dalle scatole.