Pagelle Inter-Torino 3-1: Young e Godin rimediano all’errore di Handanovic

Handanovic 4,5: Parte come peggio non potrebbe. Uscita in presa alta su calcio d’angolo, bloccaggio sbagliato e palla regalata a Belotti che può segnare a porta vuota la rete dello 0 a 1. Riesce a ricomporsi e a negare il raddoppio ad Ansaldi e poi a chiudere su Verdi in uscita, ma l’errore è troppo grossolano per non gravare sul giudizio.

Bastoni 6,5: Spinge abbastanza bene, in difesa è abbastanza attento.

De Vrij 6,5: Buon lavoro in fase aerea, i granata gli danno poche preoccupazioni.

Godin 7: Prima rete in nerazzurro per lui stasera, ed è anche quella che di fatto porta i tre punti all’Inter. Prestazione più che valida anche nel resto della gara. (Dal 76′ Skriniar 6: Entra quando il Torino non rappresenta più una minaccia per la difesa.)

Young 7: Si fa trovare pronto e realizza il pareggio con una bella girata a pochi metri da Sirigu. Poi dà il via all’azione, abbastanza simile, che porta l’Inter sul momentaneo 2-1. (Dal 71′ Candreva 5,5: Di tirare, tira, il problema però è la precisione.)

Gagliardini 5,5: Ha un paio di occasioni importanti davanti al portiere, ma non è proprio il suo miglior momento in fase realizzativa. Lento e impreciso per larghi tratti della partita.

Brozovic 6,5: Partita in crescendo, prima mezz’ora in cui è abbastanza avulso dalla manovra, poi prende l’iniziativa e dà la solita spinta ad entrambe le fasi.

D’Ambrosio 6: Senza infamia e senza lode, si trova a litigare con il pallone in qualche giocata di semplice appoggio, ma tiene bene la posizione rischiando poco. (Dal 71′ Biraghi 6: Fa il suo, che spesso può tradursi con la semplice parola “randella”.)

Borja Valero 6,5: Dalla ripresa della stagione è tra i centrocampisti dal rendimento migliore. Chi l’avrebbe mai detto?

Alexis Sanchez 7: Ha il merito di innescare la seconda rete con la sponda per Godin e di far partire l’azione per il 3 a 1.

Lautaro Martinez 6,5: Primo tempo in linea con le ultime prestazioni, quindi ben poco esaltante. Alla ripresa indovina la sponda che permette a Young di pareggiare e poi trova il 3 a 1 approfittando di una fortunata deviazione che corregge il tiro. (Dall’84’ Eriksen SV)

Conte 6: Inter che torna a vincere dopo l’unico punto raccolto tra Bologna ed Hellas Verona. Stavolta la squadra ha reagito e tenuto il campo meglio impedendo così l’ennesimo “scempio” in termini di occasioni sprecate. I nerazzurri ora sono di nuovo secondi in classifica, alla pari della Lazio e con un punto di vantaggio sull’Atalanta.

Alessandro

About the Author

Alessandro
L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.