Pagelle Inter-Spal 2-1: Lautaro si concede un’altra doppietta

Le pagelle della vittoria contro la Spal che permettono ai nerazzurri di tornare in vetta al campionato.

Handanovic 6: Ordinaria amministrazione, nulla da fare per il tiro che va a infilarsi nell’angolino di Valoti.

Skriniar 6: Il principale indiziato per l’unica rete ospite, dove non riesce a leggere correttamente l’azione.

De Vrij 6: Un po’ meglio dell’ultima prestazione a Praga.

D’Ambrosio 6: In questo sistema di gioco non è poi azzardato dire che si trovi più a suo agio a difendere dentro l’area di rigore anziché sulle corsie laterali, nonostante non nasca difensore centrale.

Lazaro 6,5: Inizio un po’ timido poi inizia a saltare l’uomo con maggiore convinzione e a procurarsi un buon numero di punizioni. (Dal 75′ Biraghi 6: Entra a supporto della difesa per l’ultima frazione di gara.)

Brozovic 7,5: Giganteggia a centrocampo dove fa quello che vuole.

Gagliardini 6: Deve ritrovare la migliore forma ma non riesce a completare la gara per un dolore accusato nel finale. (Dal 79′ Valero SV)

Vecino 6: Senza infamia e senza lode, non riesce ad essere intraprendente come nei giorni migliori ma fa comunque legna a centrocampo.

Candreva 6,5: Buona quantità e solito impegno, il cross che vale il momentaneo 2 a 0 chiude la pratica. (Dal 79′ Godin SV)

Lukaku 7: Si intende a meraviglia non solo con Lautaro ma anche con gli altri, vederlo in condizione fisica straripante è di certo incoraggiante.

Lautaro Martinez 7,5: Unica pecca il gol divorato a tu per tu con Berisha, ma poco male perché i tre punti arrivano lo stesso. Senza contare che di gol ne aveva già fatti due.

Conte 7: Centrocampo rimaneggiato, impegni ravvicinati eppure la squadra non molla di un centimetro e torna in testa alla classifica.

Alessandro

About the Author

Alessandro
L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.