Pagelle Inter-Milan 1-0: Icardi trova la zampata nel finale

Handanovic 6: Più chiamato in causa a dover usare i piedi che la mani, dove non eccelle particolarmente. Il resto, ordinaria amministrazione, salvo una respinta difettosa su un tiro-cross di non difficile lettura.

Vrsaljko 6,5: Bilancio positivo, non si soffre dalla sua parte, e va comunque più volte sul fondo per dare una mano all’attacco, seppur con risultati altalenanti.

De Vrij 7,5: Sfortunato per il palo colto nel primo tempo con un tiro in controbalzo. Non sbaglia nulla, contiene alla grande Higuain che è pur sempre un brutto cliente.

Skriniar 7,5: Domini su tutti i palloni aerei, sfoderando un’altra grande prestazione in difesa.

Asamoah 6: Contiene bene Suso, ma sbaglia tantissimi palloni, passo indietro rispetto alle ultime apparizioni.

Brozovic 6,5: Meno preciso del solito, tanti errori in fase di impostazione, ma interrompe una caterva di incursioni avversarie. Pur non essendo al meglio fisicamente, non sfigura.

Vecino 6,5: Occasione divorata nel primo tempo, dove spedisce su Giove un tiro che avrebbe potuto stoppare comodamente anziché calciare di prima intenzione. Poi solita prestazione di alti e bassi, fino al cross che si rivela vincente per Icardi e quindi decisivo.

Perisic 5,5: Non è la sua serata, raramente le sue incursioni portano a qualcosa. (Dal 70′ Keita 5,5: Qualche buona incursione, ma le sue scelte si rivelano spesso sbagliate, non è ancora riuscito ad ambientarsi a dovere. I mezzi però ci sono tutti.)

Nainggolan 6: Sembrava essere sceso in campo col piglio giusto, ma la sua partita termina in anticipo a causa di infortunio.(Dal 30′ Borja Valero 6,5: Fa quello che sa fare meglio, smista palloni con l’intelligenza che è la sua principale caratteristica e si rivela utile alla squadra.)

Politano 5,5: Manda alle stelle una buona occasione nel primo tempo, ne sbaglia un’altra non semplice nella ripresa. I cross di stasera non sono stati neanche indimenticabili. (Dall’82’ Candreva SV)

Icardi 7: Alla fine decide il derby quindi giusto premiarlo, in una partita in cui aveva avuto praticamente poco o niente per mettersi in mostra. Il portiere rossonero buca clamorosamente i tempi dell’uscita, ma bravo il nostro n.9 ad approfittarne.

Spalletti 6,5: Ha vinto la squadra meglio organizzata, seppur negli ultimi giri d’orologio. L’Inter ha comandato il derby, soprattutto nella seconda metà di gara, dove il Milan è letteralmente sparito dal campo.

Alessandro
Latest posts by Alessandro (see all)

About the Author

Alessandro
L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.