Pagelle Inter-Lazio 1-0: de Vrij insuperabile

Handanovic 7: Semplicemente perfetto in ogni intervento.

Skriniar 6,5: Ha brutti clienti dalle sue parti, ma li contiene abbastanza bene.

De Vrij 7,5: Spicca su ogni altro giocatore stasera, insuperabile.

Godin 6,5: Sempre efficace nell’1 vs 1, meno preciso in fase di impostazione.

Biraghi 6,5: Esordio stagionale per nulla semplice, ma lui trova persino l’assist che di fatto decide la partita.

Brozivc 6,5
: Inizia parecchio sottotono e confeziona una palla gol gigantesca per i laziali. Da lì si sveglia e anche la sua prestazione diventa convincente.

Barella 7: Inizio in salita poi con l’incedere della gara e l’apertura degli spazi, diventa sempre più pericoloso.

Vecino 6: Partita tutto sommato positiva, seppur non abbia né inciso né fatto realmente la differenza nella sua zona di campo. Deve ancora trovare la sua migliore condizione. (Dal 57′ Sensi 6,5: Ingresso che cambia la partita, seppure l’unico gol è stato realizzato nel secondo tempo. Con la presenza di Sensi la partita diventa a senso unico e i nerazzurri diventano i padroni del centrocampo.)

D’Ambrosio 7: Trova il gol che decide l’incontro con un ottimo inserimento. Riesce a trovare spazio in ormai ogni ruolo possibile e a svolgerlo con la consueta generosità.

Politano 5,5: Ad oggi sembra incidere meglio quando parte dalla ripresa. (Dal 77′ Lautaro Martinez 6: È davvero difficile giudicare la sua frazione di partita. Si comporta bene, al solito, in fase di non possesso, dove col pressing riesce a far sbandare le difese. C’è da migliorare invece nelle conclusioni davanti al portiere, stavolta non ci sono grossi rimpianti perché i tre punti sono arrivati lo stesso, viceversa se ne parlerebbe di più.)

Lukaku 6: Vince parecchi duelli che permettono di far salire la squadra, non riesce a essere realmente pericoloso se non con qualche conclusione da fuori area. (Dall’83 Sanchez SV)

Conte 7: Partenza perfetta in campionato, la squadra ha subito solo un gol in cinque gare e mostra una grande solidità. Riesce a fare un po’ di turnover contro un avversario non certo facile e i risultati continuano a dargli ragione.

Alessandro

L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.
Alessandro

About the Author

Alessandro
L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.