Pagelle Inter – Empoli, si chiude in casa con una vittoria

L’Inter vince l’ultima partita in casa della stagione, nonostante uno dei secondi tempi peggiori di tutto l’anno. Oggi è davvero difficile salvare qualcuno.

Handanovic
6: Ordinaria amministrazione e nulla più

D’Ambrosio 6: La solita partita di Danilo, molta sostanza dietro e tanti errori palla al piede. Comunque tra i migliori.

Miranda 6,5: Diligente e attento fino alla fine, è sempre l’ultimo baluardo.

Juan Jesus 5: Un’insicurezza costante, sempre fuori posizione in ritardo. Imbarazzante il movimento in uscita che propizia il gol di Pucciarelli.

Nagatomo 5,5: Generoso in fase difensiva, ma commette troppi errori di precisione in ripartenza.

Felipe Melo 4,5: Gioca tanti palloni, riuscendo praticamente a sbagliarli tutti. Negazione naturale ad ogni sport, un vero mistero.

Kondogbia 5,5: Recupera un buon numero di palloni, ma spesso cincischia e ne perde altrettanti per il vizio di strafare. Rispetto a Melo è comunque un gigante.

Brozovic 5,5: Tanta corsa ma lucidità sotto il livello di guardia. Manda in fumo diversi contropiedi, e si mostra indisponente come nelle sue peggiori uscite.

Perisic 6: Un primo tempo giocato da pericolo costante, si eclissa nella ripresa, assieme al resto della squadra. Ha il merito di segnare il 2-1. (Dal 93′ Medel SV)

Jovetic 5: Una moviola. Ogni volta che il numero 10 ha il pallone, l’azione dell’Inter rallenta in modo esasperante. L’ennesimo tocco inutile da origine all’azione del momentaneo pareggio empolese. (Dal 63′ Biabiany 6: Si fa fatica ad accorgersi del francese, che però nel finale di distingue per alcuni ripiegamenti difensivi)

Icardi 6,5: Segna il sedicesimo gol stagionale, e ha modo di divorarsi il diciassettesimo in modo per lui inusuale. Tiene sempre alto il pressing, esce nella ripresa per infortunio (Dal 66′ Eder 5: Un pulcino smarrito. Sbaglia tutti i movimenti e tutti i tocchi, anche quelli più elementari. Che non si sia mai ambientato è ormai un dato di fatto)

Mancini 5: Nonostante metta in campo una squadra tutto sommato obbligata, il Mancio riesce a scombinare tutto lasciando inspiegabilmente in panchina Medel, preferendogli il numero 83. La squadra è svogliata è già in vacanza, e il mister non sembra essere da meno.

Mikhail

Amante del cinema, cintura nera di interismo da sempre, fonda Progetto Inter come angolo di sfogo, insieme al fratello Alessandro. Sognatore e innamorato dei calciatori più o meno falliti, spera che Suning e Spalletti riescano a raddrizzare la baracca. E magari sarebbe bello vedere Ausilio fuori dalle scatole.
Mikhail

About the Author

Mikhail
Amante del cinema, cintura nera di interismo da sempre, fonda Progetto Inter come angolo di sfogo, insieme al fratello Alessandro. Sognatore e innamorato dei calciatori più o meno falliti, spera che Suning e Spalletti riescano a raddrizzare la baracca. E magari sarebbe bello vedere Ausilio fuori dalle scatole.

Be the first to comment on "Pagelle Inter – Empoli, si chiude in casa con una vittoria"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*