Pagelle Inter-Cagliari, un secondo tempo horror

Contro il Cagliari arriva la seconda sconfitta consecutiva in campionato, media punti pessima e atteggiamento della squadra preoccupante. Così non va.

Handanovic 6: Mette in rete goffamente un tentativo che sarebbe finito fuori, decretando così la vittoria sarda. Eppure prima di allora ha salvato innumerevoli volte la porta nerazzurra, ma il ruolo che fa è ingrato e basta un errore per compromettere una prestazione che prima di allora era stata più che valida.

Ansaldi 6: Un buon secondo tempo, dove ha anche il merito di proporsi in avanti e costruire l’occasione del raddoppio fallita da Icardi.  (Dall’80’ Jovetic SV)

Murillo 5: Perde duelli aerei e getta confusione nella propria area.

Miranda 6: Cerca di mettere una pezza davanti alle continue ripartenze degli ospiti, sfortunato nel flipper del pareggio.

Santon 5,5: Non dà una grande mano in spinta dalle parti di Perisic, in difesa è sui soliti livelli.

Medel 6: Uno dei pochi che quantomeno cerca di lottare fino all’ultimo.

Joao Mario 7: Per distacco il migliore dei nostri, e non solo per il gol, giusto premio per l’enorme prova di generosità offerta anche oggi dal portoghese.

Banega 5,5: Non male nella prima frazione, dove cerca di farsi vedere più volte, anche allargandosi sulle corsie laterali. Nella ripresa va in costante difficoltà palla al piede perdendo più volte palloni pericolosi nella metà campo nerazzurra, il tecnico lo sostituisce, ma le cose non migliorano affatto per l’Inter. (Dal 60′ Gnoukouri 5,5: Non incide in alcun modo, si fa fatica ad accorgersi della sua presenza. Il giovane ivoriano ha più opportunità dell’anno scorso di vedere il campo, farebbe meglio a sfruttarle in altro modo.)

Candreva 5: Tanti cross, altrettanti errori. Raramente i suoi spunti risultano di alcun aiuto alla squadra. (Dal 74′ Eder 5,5: Entra quando ormai la partita ha cambiato volto, non riesce a incidere.)

Perisic 5,5: L’azione che porta al gol del vantaggio è sua, ma da un giocatore come lui si deve pretendere di più di quanto fatto vedere oggi.

Icardi 5: Rigore calciato malissimo, occasione di testa con il portiere fuori causa vanificata. L’impressione è che oggi non avrebbe segnato neanche tirando un centinaio di volte.

De Boer 5: Le sostituzioni non hanno sortito l’effetto sperato, proprio come nella precedente sconfitta all’Olimpico. Il rendimento di questa squadra è inaffidabile, troppi punti buttati contro le piccole già da inizio e quasi sempre a San Siro, bisogna cambiare registro al più presto.

 

Alessandro

L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.
Alessandro

About the Author

Alessandro
L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.

1 Comment on "Pagelle Inter-Cagliari, un secondo tempo horror"

  1. Francesco Vadalá | Ottobre 16, 2016 at 6:31 pm | Rispondi

    Frank D. B. A San Siro si può giocare anche con due punte…

Leave a comment

Your email address will not be published.


*