Pagelle Inter-Borussia Dortmund 2-0: grande vittoria!

Handanovic 7: Pochi interventi ma non facili. Fondamentale la parata su Sancho allo scadere del primo tempo.

Godin 6,5: Molto esperienza, che compensa una brillantezza ancora un po’ lontana.

De Vrij 7,5: Il migliore del pacchetto difensivo. Onnipresente, sicuro e preciso, e stasera anche uomo assist.

Skriniar 7: Partita di spessore, molto giocata sugli anticipi ed i contrasti. Tra le migliori partite di Milan con la difesa a tre.

Asamoah 6,5: Buona prestazione, un po’ in calo nel finale di partita (dal 80′ Biraghi SV)

Candreva 7: Grande generosità per l’esterno italiano, quasi irriconoscibile. Partita impreziosita dal suo primo gol in Champions League.

Gagliardini 6,5: Si fa trovare al posto giusto e fa un buon filtro, e riesce a tenere il ritmo del centrocampo.

Brozovic 7,5: Il cervello e il motore dell’Inter, come sempre. Aiuta anche in difesa: onnipresente.

Barella 7,5: Altra grande partita del giovane centrocampista. Dinamico, irruento ed agevola l’Inter nelle fasi di ripartenza, innescando tremendi break.

Lautaro Martinez 7,5: Segna il gol che accende la gara, ed è una costante spina nel fianco per i tedeschi. Altra partita memorabile, da Barcellona è un quasi un altro. Sbaglia un rigore che avrebbe potuto pesare di più sulla sua valutazione, ma per fortuna non ha influito. (dal 91′ Borja Valero SV)

Lukaku 5: Unica nota stonata della serata. Il belga fatica a farsi notare, e la sua uscita fa cambiare marcia all’Inter. Dispiace parlarne male, ma per ora la sua condizione fisica è terribile. (dal 62′ Sebastiano Esposito 7: Entra e sconvolge il match. Stop a seguire, numeri e un rigore incredibile procurato. Il classe 2002 debutta in Champions League, con tutto il coraggio che gli interisti gli chiedono. Esposito ha tutte le capacità che servono per avere un grande futuro).

Conte 7,5: L’Inter continua a crescere, e molto merito è suo. Quando saprà controllare le fasi nervose della squadra, l’Inter sarà ancora più forte di così.

Mikhail

Amante del cinema, cintura nera di interismo da sempre, fonda Progetto Inter come angolo di sfogo, insieme al fratello Alessandro. Sognatore e innamorato dei calciatori più o meno falliti, spera che Suning e Spalletti riescano a raddrizzare la baracca. E magari sarebbe bello vedere Ausilio fuori dalle scatole.
Mikhail

About the Author

Mikhail
Amante del cinema, cintura nera di interismo da sempre, fonda Progetto Inter come angolo di sfogo, insieme al fratello Alessandro. Sognatore e innamorato dei calciatori più o meno falliti, spera che Suning e Spalletti riescano a raddrizzare la baracca. E magari sarebbe bello vedere Ausilio fuori dalle scatole.