Pagelle Inter-Bologna: un bicchiere mezzo pieno

Evidentemente a Stefano Pioli piacciono i 3-2 tra Inter Bologna nei supplementari, perchè proprio come qualche anno fa il risultato e le modalità sono le stesse. Solo che l’allenatore parmigiano siede sulla panchina nerazzurra. Un bicchiere mezzo pieno, perchè l’Inter come contro il Chievo crea molto, sbaglia e subisce gol nelle poche occasioni concesse agli avversari. La cosa peggiore è stata che sul 2-0 i nerazzurri si son fatti recuperare. Ma son comunque 7 vittorie consecutive, e godiamoci almeno ciò, oltre che la qualificazione.

Carrizo 6:  Incolpevole sui gol felsinei.

D’Ambrosio 6: Migliore dell’altro terzino, ma sempre troppo impreciso al cross.

Murillo 6,5: Un gol capolavoro. Una rovesciata degna di Gianluca Vialli. Non ha grosse colpe sulle reti del Bologna.

Medel 5,5: 120 minuti discreti ma rischiosi, visto che oggi il pitbull cileno rientrava. Nel nuovo (per modo di dire) ruolo è ancora un po’ macchinoso e fatica a salire tenendo la squadra alta. Giustificabile.

Kondogbia 7: Personalmente lo reputo il migliore in campo. Verticalizza e recupera moltissimi palloni. Nel peggiore momento dell’Inter si trova assieme a Gagliardini a galleggiare nei 50 metri tra una difesa che fatica a salire ed un attacco che torna poco.

Gagliardini 6: Prova sufficiente. Gioca con calma e precisione. nessun gran colpo per lui.

Gabriel Barbosa 5,5: Prova, con tanta buona volontà, giocate per riuscire a segnare il tanto sognato primo gol, ma spesso esagera con numeri e dribling che potrebbe risparmiarsi. Nel secondo tempo cala nettamente e dopo 70 minuti viene sostituito. (Dal 72′ Candreva 6,5: Entra in campo al 70esimo e dopo poco il Bologna trova il pari. Una prova non straordinaria ma decide l’incontro nei supplementari col gol del 3-2.)

Joao Mario 6: Splendido assist per il 2-0 di Palacio. Ma conferma ancora tutti i limiti che ha nella fase offensiva. Nel secondo tempo diminuisce di intensità e pure in fase difensiva diventa inutile. Il gol sbagliato al minuto 113′ è da ergastolo.

Eder 5,5: E’ chiaro che giocando da esterno viene limitato, ma quando si propone in attacco non è mai pericoloso e spesso impreciso. (Dal 92′ Brozovic SV)

Palacio 6,5: A quasi 35 anni le sue prove in campo sarebbero da mostrare a tutte le scuole calcio del mondo. Un giocatore che possiede una intelligenza tattica che pochi hanno in serie A. Peccato per l’età che gli impedisce di rimanere costante per 90 minuti. (Dal 74′ Icardi 5,5: Mezzo voto in meno per il gol sbagliato sul 2-2.)

Pioli 6 :Voto sufficiente, la squadra ed i singoli crescono, anche con la rimonta subita, ma questa squadra, se vuole raggiungere vette più alte, deve imparare ad abbassare i ritmi di gioco e gestire palla quando si trova in vantaggio. Mr Pioli ci riuscirà?

About the Author

Matteo
Si ammala di interite nel settembre del 1994, anni in cui la scritta Fiorucci e il sinistro di Ruben Sosa dettavano legge. Paul Ince, Simeone, Cambiasso e Stankovic gli hanno provocato le stesse emozioni del primo calendario della Canalis. Setubal è la sua Nazaret.

Be the first to comment on "Pagelle Inter-Bologna: un bicchiere mezzo pieno"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*