Pagelle Inter-Bayer Leverkusen 2-1: i nerazzurri sprecano, ma vanno comunque in semifinale

Handanovic 6: Il gol subito è un tiro ravvicinato, nelle rare circostanze in cui è chiamato in causa è attento.

Godin 6,5: I tedeschi insistono principalmente sulla sua corsia, ma fa buona guardia.

De Vrij 6,5: Serata quasi tranquilla, il Bayer si affaccia poche volte dalle sue parti.

Bastoni 6,5: Finale di stagione in crescendo, altra prestazione convincente. (Dall’84’ Skriniar SV)

D’Ambrosio 6: In fase di impostazione non si trova a suo agio, sbaglia un bel po’ di appoggi semplici. Si arrangia in qualche modo in copertura. (Dal 59′ Moses 6,5: Si cambia ritmo con il suo ingresso e si comincia a spingere anche dalla sua corsia.)

Gagliardini 5,5: In fase di costruzione e quando cerca di proporsi, causa i danni maggiori alla manovra. (Dal 59′ Eriksen 6,5: Porta fosforo alla manovra, mette Sanchez davanti al portiere e dispensa giocate importanti.)

Barella 7: Gol molto bello e solita partita in cui riesce a fare avanti e indietro per tutta la gara.

Young 7: Sulla fascia è un costante pericolo per la retroguardia tedesca, ha il merito di servire Lukaku per la seconda rete.

Brozovic 5,5: Gioca un primo tempo quasi in pantofole, dove si fa fatica a notarlo. Una volta arretrato, dopo l’ingresso di Eriksen, tocca qualche pallone in più, ma serata comunque non tra le migliori per lui.

Lautaro Martinez 6: Fa capire dall’inizio di essere sceso in campo col piglio giusto, il tacco che apre l’azione che dà il via alla prima rete nerazzurra è eccellente. Si spegne nella ripresa dove la lucidità viene meno. (Dal 64′ Sanchez 6: Si divora un gol davanti al portiere, il resto dei palloni lo gioca abbastanza bene. Accusa un problema muscolare nel finale dove stringe i denti per rimanere in campo.)

Lukaku 7,5: Gol da centravanti puro, subisce un impressionante numero di falli e fa salire la squadra molte volte. In un paio di circostanze davanti al portiere avrebbe potuto fare di più, ma rimane comunque il migliore in campo.

Conte 7: I nerazzurri dominano la partita ben più di quanto dica il punteggio, e raggiungono così la semifinale di una coppa Europea, cosa che non capitava da tanto, troppo, tempo.

Alessandro

About the Author

Alessandro
L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.