Pagelle di Frosinone – Inter, nerazzurri male ma vittoriosi

Una brutta e fortuna Inter passa a Frosinone, con una rete di Icardi al 72′.

Handanovic 6: Primo tempo da spettatore non pagante, nel secondo molto fortunato

D’Ambrosio 6: Solita partita di D’Ambrosio, lucido in fase difensiva e disastroso palla al piede. Ma nella fase difensiva si fa preferire a tutti gli altri terzini.

Juan Jesus 5,5: Disattento in molte situazioni da palla inattiva

Murillo 5,5: Poco sicuro, così come il suo collega di reparto, e l’assenza di Miranda indubbiamente si fa sentire

Telles 6: Il brasiliano delude un pò al rientro, abbastanza accorto nella fase difensiva, ma cicca troppi calci di punizione. (Dall’86’ Santon: sv)

Melo 6: Tra i meno peggio, abbastanza attento in copertura e tutto sommato mantiene bene la posizione. (Dall’85’ Medel: sv)

Brozovic 6: Corre tanto, e forse per questo perde in lucidità ma la sua quantità è irrinunciabile.

Biabiany 6: Il solito pasticcione dal cuore d’oro. Tantissima corsa e generosità, ma anche tanti ultimi tocchi sbagliati. L’impegno lo rende preferibile ad altri compagni.

Perisic 6,5: Sbaglia anche lui, ma meno di altri, e ha il grande merito di essere decisivo, offrendo un assist d’oro a Icardi. La sua prestanza fisica è irrinunciabile per l’Inter.

Jovetic 5,5: Il montenegrino stecca al rientro, come la maggior parte dei compagni di squadra commette molti errori di misura, e sembra essere svogliato. Si divora una nitida occasione per chiudere il match. (Dall’89’ Palacio: sv)

Icardi 6,5: Una vera occasione, un centro, Icardi è questo.

Mancini 5: L’Inter gioca un primo tempo decente, ma nella ripresa è succube delle iniziative del Frosinone, che colpisce ben tre legni, e lui non fa nulla per invertire la rotta. La sua gestione dei cambi è una delle cose più misteriose mai viste su un campo dal calcio.

Mikhail
Latest posts by Mikhail (see all)

About the Author

Mikhail
Cintura nera di interismo da sempre, fonda Progetto Inter come angolo di sfogo, insieme al fratello Alessandro. Orfano di Christian Eriksen, ma sicuro che Inzaghi non possa mai essere più indisponente di Antonio Conte.

Be the first to comment on "Pagelle di Frosinone – Inter, nerazzurri male ma vittoriosi"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*