Pagelle Eintracht – Inter 0-0: rigore sfumato ma buon pari

I nerazzurri pareggiano 0-0 in Germania. Giocano un gran primo tempo, sprecando anche un calcio di rigore con Brozovic, ma la ripresa è tutta dei padroni di casa, che soprattutto nel finale hanno messo l’Inter alle corde. Si deciderà tutto giovedì prossimo a San Siro. Le nostre pagelle:

Handanovic 6,5: Molto impegnato nella ripresa, interventi stilisticamente perfetti e buona uscite.

Asamoah 4,5: Sulla sua fascia i tedeschi fanno un po’ quello che vogliono. Va spesso in confusione, impacciato viene ammonito era diffidato e salterà il ritorno per squalifica.

Skriniar 7: Insieme a De Vrij forma una delle difese più forti d’Europa, e anche oggi lo hanno dimostrato. Fondamentali anche in fase di inizio azione, e di palleggio. Milan devastante sul piano atletico.

De Vrij 7: Rispetto a Skriniar più impegnato in fase di impostazione, anche per lui una partita impeccabile.

D’Ambrosio 5: Un po’ meglio di Asamoah, ma anche lui sbaglia un’infinità di disimpegni, che per fortuna non abbiamo pagato.

Brozovic 6: Buona partita in un campo molto difficile. Il suo lavoro in fase di regia è sempre prezioso, ma sulla sua valutazione pesa il calcio di rigore fallito.

Vecino 7: Una delle migliori prove stagionali del numero 8. Pressa, picchia, prova anche ad impostare. Meno appariscente nel secondo tempo, ma si fa apprezzare quando l’Inter cala fisicamente.

Borja Valero 6: Gioca benissimo finchè il fisico lo sorregge, e cioè nel primo tempo. Il suo calo ha influito tantissimo sul rendimento della squadra. (dal 81′ Cedric SV)

Politano 6,5: Quasi incontenibile nella prima frazione, nella ripresa si vede di meno ma si fa ugualmente apprezzare.

Perisic 4,5: Sciupa numerosi contropiedi, prova a rimediare in fase difensiva ma spesso risulta addirittura dannoso. Esce per qualche guaio fisico. (dal 58′ Candreva 5: La sua partita sembra una sfida a Perisic per contendersi la palma del peggiore in campo. Si fa ammonire all’ingresso in campo, corre a vuoto butta alle ortiche praticamente ogni pallone giocato.)

Lautaro Martinez 6,5: Lotta come un toro (ovviamente). Fa a sportellate con praticamente tutto l’Eintracht, e spesso esce vincitore. Non ha mai occasioni da gol nitide, ma il suo contributo è vitale. Peccato la stupida ammonizione che gli farà saltare il ritorno. Un grosso, grosso guaio.

Spalletti 6,5: L’Inter è largamente rimaneggiata, però è compatta e finchè la condizione fisica l’accompagna gioca una signora partita su un campo difficilissimo. Non ha grandi alternative in panchina, e non può inventarsi granchè per tirare fuori la squadra dall’impasse del finale. Si spera solo al ritorno di poter contare su qualche giocatore in più, perchè il passaggio dipende solo da noi.


Mikhail

Amante del cinema, cintura nera di interismo da sempre, fonda Progetto Inter come angolo di sfogo, insieme al fratello Alessandro. Sognatore e innamorato dei calciatori più o meno falliti, spera che Suning e Spalletti riescano a raddrizzare la baracca. E magari sarebbe bello vedere Ausilio fuori dalle scatole.
Mikhail

About the Author

Mikhail
Amante del cinema, cintura nera di interismo da sempre, fonda Progetto Inter come angolo di sfogo, insieme al fratello Alessandro. Sognatore e innamorato dei calciatori più o meno falliti, spera che Suning e Spalletti riescano a raddrizzare la baracca. E magari sarebbe bello vedere Ausilio fuori dalle scatole.