Pagelle Bologna-Inter: Gabigol entra e decide

Bologna e Inter regalano una partita con ben poche emozioni, i padroni di casa giocano di contenimento, i nerazzurri appaiono contratti. Alla fine segna Gabigol, l’oggetto misterioso del mercato estivo.

Handanovic 6,5: Non particolarmente impegnato dalle occasionali incursioni dei padroni di casa, salva il risultato con un’ottima uscita su Torosidis.

D’Ambrosio 6: Oggi non è stata la sua miglior partita, ma è suo il pallone che manda in gol da due passi Barbosa.

Miranda 6: Meno lucido del solito, si fa ammonire e salterà quindi la Roma. Prima o poi sarebbe dovuto succedere.

Medel 6,5: Affidabile come pochi.

Murillo 5,5: Non spinge molto da esterno, in una delle poche incursioni che si concede riprova il gesto acrobatico che gli era riuscito proprio contro il Bologna, ma stavolta con risultati meno apprezzabili. (Dal 55′ Ansaldi 6: Supporta Perisic con maggiore incisività di chi l’ha preceduto).

Gagliardini 6: Il suo apporto cresce nella ripresa, dopo un primo tempo poco incisivo.

Joao Mario 6: Passo indietro rispetto alla gara di domenica scorsa, senza infamia e senza lode.

Candreva 5: Di andare sul fondo, ci va, di crossare, crossa, ma non ne indovina una.  (Dal 76′ Gabigol 6,5: Si fa trovare pronto al momento giusto, e segna da pochi passi trovando il primo gol in Serie A. )

Perisic 5,5: Impresentabile nel primo tempo, dignitoso nella seconda metà.

Eder 5: Occasione enorme capitatagli da dieci metri, effettua un tiro che non crea alcun problema a da Costa. Prova altre volte la conclusione, ma con risultati ancora meno incoraggianti.

Palacio 5: È tutto solo nell’area piccola, ma manda il pallone in Veneto. L’età non è un alibi, ma un fatto oggettivo, il problema è che di attaccanti in rosa non ne abbiamo molti. (Dal 76 Banega 6,5: La voglia di spaccare il mondo c’è, tira un po’ troppo, ma l’azione del gol la innesca lui.)

Pioli 6: I tre punti si chiedevano, i tre punti sono arrivati. Non con una prestazione indimenticabile, ma facciamocela andare bene di questi tempi.

Alessandro

L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.
Alessandro

About the Author

Alessandro
L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.

Be the first to comment on "Pagelle Bologna-Inter: Gabigol entra e decide"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*