Pagelle Barcellona-Inter 2-1: Suarez frantuma il sogno

Handanovic 6: Mai davvero impegnato, sempre attento. Nulla da fare sui due gol del Barcellona.

Godin 6: Prestazione di spessore dell’ex Atletico. Peccato per l’errore sul gol vittoria di Suarez, ma va dato anche merito al centravanti.

De Vrij 7: Leader difensivo, come al solito, e contribuisce nell’arginare gli attacchi del Barcellona.

Skriniar 6,5: Una delle migliori prove di Skriniar nella difesa a tre, forse quella più a suo agio. Una notizia incoraggiante per il futuro.

Brozovic 6: Dopo un primo tempo grandioso, come tutta l’Inter, ha un calo di lucidità, che purtroppo pesa sulla prestazione di squadra.

Sensi 7: Sembra quasi un centrocampista da Barcellona. Partita maiuscola in uno dei palcoscenici più importati del mondo. (dal 79′ Politano SV)

Barella 7,5: A mio avviso il migliore. Addirittura migliore, e anche nei momenti di calo della squadra ha sempre tenuto botta. Numerosi break e contropiedi avviati, palloni recuperati e presenza in tutto il campo.

Asamoah 6,5: Pochissime sbavature rispetto al suo solito, mostra la sua esperienza.

Candreva 6,5: Tanta corsa e generosità. Serve più di un pallone pericoloso, in particolare un grande cross per Lautaro. (dal 71′ D’Ambrosio 5,5: Randella e corre, con qualche affanno)

Sanchez 7: Ottima partita, finchè le gambe reggono, e mostra un’intesa incredibile con Lautaro. Nel primo tempo creano tantissimo, e fanno ammattire i blaugrana. (dal 66′ Gagliardini 6: Prova come può a rinforzare il centrocampo, e anche a proporsi in fase offensiva. Come può)

Lautaro Martinez 7: Realizza dopo pochissimo il gol che fa esplodere i tifosi dell’Inter. Ha anche le occasioni per segnare il secondo, e avviare la partita su altri binari, ma purtroppo non è andata. Eppure la sua partita è stata di livello, e l’intesa con Sanchez fa ben sperare.

Conte 7: Volevamo un’Inter diversa dalla prima, opaca, apparizione contro lo Slavia Praga. E l’abbiamo avuta, anche se abbiamo perso immeritatamente. L’ingresso di Vidal ha cambiato il Barcellona, e non siamo stati in grado di assorbire il suo impatto sul match. Loro non sono praticamente mai entrati in area, eppure hanno vinto lo stesso. Resta l’amarezza per il girone ormai complicato, ma i passi avanti dell’Inter sono davanti agli occhi di tutti.

Mikhail

Amante del cinema, cintura nera di interismo da sempre, fonda Progetto Inter come angolo di sfogo, insieme al fratello Alessandro. Sognatore e innamorato dei calciatori più o meno falliti, spera che Suning e Spalletti riescano a raddrizzare la baracca. E magari sarebbe bello vedere Ausilio fuori dalle scatole.
Mikhail

About the Author

Mikhail
Amante del cinema, cintura nera di interismo da sempre, fonda Progetto Inter come angolo di sfogo, insieme al fratello Alessandro. Sognatore e innamorato dei calciatori più o meno falliti, spera che Suning e Spalletti riescano a raddrizzare la baracca. E magari sarebbe bello vedere Ausilio fuori dalle scatole.