Pagelle Lecce-Inter 1-2: Dumfries si prende la scena

Vittoria all’ultimo secondo per l’Inter, che supera con parecchie difficoltà un Lecce rimaneggiato ed in emergenza.

Handanovic 6: Il gol dei padroni di casa è ben indirizzato ma lui non è molto reattivo. Si riscatta successivamente con due buoni interventi.

Skriniar 5,5: Poteva contenere meglio in occasione del gol di Ceesay. (Dall’88’ Correa SV)

De Vrij 6: Prestazione incoraggiante rispetto alle ultime uscite estive.

Dimarco 6,5: Inizia la partita come difensore centrale e dà il via all’azione della prima rete. Buona parte dei cross più pericolosi partono da lui.

Gosens 5: Contro una squadra perlopiù rannicchiata nella propria trequarti, non riesce a farsi notare in fase di spinta. (Dal 57′ Bastoni 6: Il suo ingresso riequilibra l’assetto della squadra e fa sì che i nerazzurri possano ricominciare a spingere con maggiore frequenza.)

Brozovic 6: La condizione non è quella dei giorni migliori e non poteva essere altrimenti visto il recupero in extremis. (Dal 57′ Mkhitaryan 5,5: Non bene, si fa notare in poche occasioni e in buona parte di queste sbaglia.)

Barella 5,5: Impreciso e poco lucido.

Calhanoglu 5,5: Sembrava potesse essere la serata adatta per lui per dare sfoggio delle sue qualità balistiche, o comunque per imbeccare le due punte. Invece si fa fatica a notarne la presenza in campo, molto timido. (Dal 67′ Dzeko 5,5: Goffo e impacciato in quasi tutte le circostanze che lo vedono coinvolto. Fa volume in attacco e aiuta a creare scompiglio con la sua sola presenza, ma non basta a salvarne la prestazione.)

Darmian 6,5: Indovina la sponda di testa che vale l’assist per Lukaku. Nel secondo tempo accusa un po’ la stanchezza e si intravede di meno in attacco. (Dal 67′ Dumfries 7: Cambia la partita, non c’è molto altro da dire. Coglie di testa un palo e impensierisce la difesa del Lecce in altre occasioni. Trova la rete nel finale un po’ aiutato dalla buona sorte, ma è ormai chiaro che la sua presenza è sempre più importante.)

Lautaro Martinez 6: Indovina l’assist nel finale che permette all’Inter di trovare i 3 punti. Non una partita facile per lui, falli subiti e fatti, nervosismo ma compensati da grande impegno e generosità.

Lukaku 6: Che sia lontano dalla condizione migliore si sapeva, ed è normale alla prima giornata di campionato, per uno con il suo fisico. Trova comunque la prima rete stagionale e va vicino al raddoppio, ma il suo tiro a colpo sicuro viene salvato da un difensore. Difficile pretendere di più dall’attuale Lukaku.

Inzaghi 6: Non convincono del tutto alcune scelte dal primo minuto, ma gli va dato il merito di aver saputo mettere l’artiglieria pesante nelle fasi finali della partita, a discapito di ogni equilibrio tra i reparti.

Alessandro

About the Author

Alessandro
L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.