Le pagelle di Palermo-Inter: bene Biabiany, male Kondogbia

Palermo e Inter pareggiano 1 a 1, terza ICS consecutiva per gli uomini di Mancini che dopo aver offerto un primo tempo soporifero sfoderano, comunque, una prestazione convincente nella ripresa che avrebbe meritato miglior sorte. Martedì col Bologna si dovrà fare il possibile per ritrovare la vittoria che manca da ben quattro giornate di campionato.

Handanovic 6: Ordinaria amministrazione, incolpevole sul flipper che scatena il gol del pareggio.

Nagatomo 6: Il suo ritorno tra i titolari è migliore di quanto fosse legittimo aspettarsi
, recupera tanti palloni ma sbaglia troppi cross. Sarebbe meglio che l’incarico per battere i corner venga affidato a qualcun altro.

Miranda 7: Sicuro e affidabile, il leader della nuova difesa nerazzurra.

Murillo 6: Meno bene del solito, ma il suo cartellino rosso è decisamente controverso.

Telles 6,5: Stasera quasi mai in affanno, del resto i rosanero non spingono moltissimo dalle sue parti.

Medel 6: Da centrocampista non gli si può chiedere altro che l’interdizione, l’impostazione non è esattamente la sua specialità

Kondogbia 5: Serata negativa per il francese, rimedia anche un’ammonizione nel primo tempo ed è il primo ad essere sostituito. (Dal 55′ Biabiany 7: Il suo ingresso accende la partita dei nerazzurri, assist per Perisic, e mette in difficoltà la difesa rosanero col suo continuo pressing e la sua velocità. Ha l’occasione del gol nel finale, ma è bravo Sorrentino a opporsi.)

Guarin 6: Nel primo tempo è semplicemente uno dei peggiori in campo, i suoi cross non creano alcun problema alla difesa avversaria. Una volta rimosso dalla fascia e spostato al centro la sua partita assume connotati meno nefasti, ma anche qui, tanta generosità ma condita dai soliti errori di valutazione, Sorrentino nega un gol anche a lui con un ottimo intervento. In occasione del contropiede, da lui stesso originato, poteva fare meglio.

Perisic 6: Prestazione poco appariscente, ma si fa trovare al momento giusto e mette a segno la rete del momentaneo vantaggio.

Jovetic 6,5: È l’uomo più pericoloso, guadagna un numero impressionante di falli ed uno dei pochi a saltare con facilità l’avversario. (Dall’85’ Ranocchia SV)

Icardi 5,5: Zero occasioni per lui stasera, solita partita di solo pressing, ormai ci sta facendo l’abitudine. (Dal 78′ Ljajic 6: Bravo a mettere Biabiany davanti al portiere, nel finale, ma altrettanto bravo l’estremo difensore rosanero a negare il gol.)

Mancini 6: La formazione iniziale lascia più di qualche perplessità, ma ha il pregio di indovinare la mossa di Biabiany nella ripresa. Il Palermo riagguanta la partita in modo rocambolesco e anche con l’uomo in meno l’unica squadra ad avere l’occasione per il secondo gol è stata l’Inter.

 

Alessandro

About the Author

Alessandro
L'esistenza del calcio è di per sé un male, l'esistenza dell'Inter rende questo male sopportabile. Portiere a tempo perso, devoto a Gianluca Pagliuca e Julio Cesar, interista da prima di imparare a leggere. Trascorro intere notti a domandarmi come l'Inter abbia potuto spendere dei soldi per Ricky Alvarez.

Be the first to comment on "Le pagelle di Palermo-Inter: bene Biabiany, male Kondogbia"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*