Lazaro è il nuovo esterno dell’Inter

Valentino Lazaro è un nuovo giocatore dell’Inter. Cerchiamo di scoprire che tipo di giocatore è, e che ruolo può ricoprire nella nuova Inter di Antonio Conte.

Iniziamo dalle banalità: Lazaro è un esterno destro tutta spinta, di nazionalità austriaca. Se serve può giocare anche a sinistra, ala o terzino non fa grande differenza, e ha anche giocato come interno di centrocampo. Ha fatto tutta la trafila della nazionale austriaca, dall’under 16 fino alla 21. Debutta a 18 anni nella nazionale maggiore, con la quale ha già 23 presenze e due reti. Si racconta che abbia ricevuto offerte dal Real Madrid e dal Milan, ancora diciassettenne, ma la famiglia, originaria di Salisburgo, lo avrebbe convinto a restare in patria. Ed è al Red Bull Salisburgo che Lazaro cresce, vincendo cinque campionati e quattro coppe di lega.

Nell’estate 2017 Lazaro prova il salto di qualità, e si trasferisce in prestito all’Herta Berlino. Dopo una buona stagione viene riscattato per poco meno di 7 milioni di euro. Viene reputato il miglior talento austriaco dai tempi di Alaba, ed è accostato a Willian del Chelsea. Nella stagione successiva fa addirittura meglio, mettendo a segno sette assist e tre reti in 31 partite di Bundesliga. L’Inter ha deciso di puntare su di lui, sborsando una cifra vicina ai trenta milioni di euro.

Quando non si conosce un giocatore si fanno ricerche, leggendo articoli, statistiche e guardando qualche bizzarro video su Youtube. Non conoscevo Lazaro, e ogni giocatore su Youtube sembra un fenomeno, e dopo l’enorme cantonata che avevo preso con Dalbert, preferisco andarci molto cauto. Soprattutto se si considera che Lazaro è un freestyler, uno di quei calciatori funamboli, con una tecnica di base fuori dal comune, che spesso si specchiano in giocate spettacolari e poco concrete. E capisco che con la maglia dell’Herta ricordi un po’ troppo Alvaro Pereira al Porto, e la cosa non genera entusiasmo.

Eppure, Lazaro sembra un giocatore molto adatto per lo schema di gioco di Conte. Difficile valutare come se la cava in fase difensiva, ma in fase di spinta ha qualità evidenti. Potente, veloce, bravo al cross (ma anche qui, mi tengo cauto) ed ancora molto giovane, cosa potrebbe mai andare storto? Di tutto, come capitato già in passato. Di giocatori arrivati all’Inter per panchinare D’Ambrosio ne abbiamo visti tanti, e il buon Danilo ha sempre dimostrato di essere il più affidabile. Speriamo che stavolta l’Inter ci abbia visto giusto, perchè Lazaro sembra proprio avere tutte le qualità che ci servono. Le criticità potrebbero derivare dalla personalità di Lazaro, che appare piuttosto sopra le righe. Basta farsi un giro sul suo profilo Instagram per farsene un’idea, ma speriamo siano solo preoccupazioni infondate.

Vi lascio con un video che raccoglie il meglio delle sue giocate all’Herta Berlino, senza esaltarsi troppo, ma almeno capire che tipo di giocatore potrebbe essere.

Mikhail

Amante del cinema, cintura nera di interismo da sempre, fonda Progetto Inter come angolo di sfogo, insieme al fratello Alessandro. Sognatore e innamorato dei calciatori più o meno falliti, spera che Suning e Spalletti riescano a raddrizzare la baracca. E magari sarebbe bello vedere Ausilio fuori dalle scatole.
Mikhail

Latest posts by Mikhail (see all)

About the Author

Mikhail
Amante del cinema, cintura nera di interismo da sempre, fonda Progetto Inter come angolo di sfogo, insieme al fratello Alessandro. Sognatore e innamorato dei calciatori più o meno falliti, spera che Suning e Spalletti riescano a raddrizzare la baracca. E magari sarebbe bello vedere Ausilio fuori dalle scatole.