Inter, il Progetto continua

Allenamento Inter

Ci siamo, la stagione 2016/2017 dell’Inter sta per cominciare. Il ritiro comincerà domani a Brunico, come di consueto nella gestione di Mister Mancini, ma la squadra si è già ritrovata ieri ad Appiano, ovviamente non al completo date le vacanze ritardate di buona parte della rosa causa Europei e Coppa America (che ha visto tra l’altro trionfare il nostro Medel).

Ci eravamo lasciati a maggio con una Champions purtroppo non raggiunta e un rientro in Europa tramite la porta di servizio dell’Europa League, ci ritroviamo adesso ad inizio luglio con un repentino cambio di proprietà che nessuno si aspettava. Nel mezzo anche alcune operazioni di mercato come Banega, Erkin e Ansaldi, e i consueti nomi di presunti obiettivi di mercato che potrebbero indossare i colori nerazzurri (da Berardi a Candreva passando per Gabriel Jesus, Pjaca e Garay) o che semplicemente riempiranno le pagine dei quotidiani e dei siti sportivi, che nei caldi mesi estivi di qualcosa devono pur parlare per intrattenere i tifosi.

Ma quello che preme sottolineare a noi di Progetto Inter non è tanto la lista dei convocati per il ritiro di Brunico (che comunque troverete in fondo a questo post) e nemmeno spingerci troppo in là in analisi fantasiose di mercato. Piuttosto ci teniamo a sottolineare la nostra attenzione verso tutto ciò che riguarda la parola Progetto. Come ben sapete non ci manca ironia nel parlare dell’attaccamento alla nostra squadra del cuore, di quel nerazzurro che riempie i nostri pensieri e colora le nostre giornate fra un esame universitario e una pausa caffè al lavoro. E il “Fozza Inda” che sta spopolando sul web in questi giorni conferma come il nostro mondo sia segnato da quella pazzia e da quella imprevedibilità (nel bene e nel male) che caratterizza ormai da tempo la nostra Inter.

Da pochi giorni Progetto Inter ha spento la sua prima candelina e in occasione di questo primo compleanno vi abbiamo regalato una nuova veste della nostra homepage. In effetti anche noi, come l’Inter, siamo in continua costruzione, fra un nuovo arrivo in redazione (benvenuto Vido) e una nuova veste grafica, ovviamente rigorosamente a tinte nerazzurre. E anche quest’anno cercheremo di raccontare questo Progetto, fra analisi di partite, pagelle e anche qualche sfogo da tifosi malati di calcio. Senza dimenticare che “Progetto è quella parola che viene usata per giustificare una cronica mancanza di risultati”.

Al termine della stagione abbiamo cercato di riassumere il primo (vero) anno del Mancini bis con la maggior disinvoltura possibile, prendendoci in giro ma anche dando voti severi a chi doveva dare una svolta al Progetto Inter senza darla veramente. Faremo lo stesso anche per la nuova stagione, scoprendo i giocatori che arriveranno e che ci faranno penare e/o gioire, sfogando le nostre ansie e speranze da tifosi e, in fin dei conti, semplicemente amando questa squadra. Contando ovviamente anche sui vostri like e commenti su Facebook e i vostri sfoghi da tifosi innamorati. 

Come ogni stagione da un po’ di anni a questa parte l’obiettivo sarà conquistare quella qualificazione alla Champions League, tanto fondamentale per dare liquidi a quel cantiere in costruzione dall’era post Triplete che è diventato l’Inter, e mai conquistata fra cambi di allenatori, giocatori e addirittura proprietà. Il sudore e la consueta sofferenza davanti al televisore, fra un lancio nel nulla di Felipe Melo e un cross in curva di D’Ambrosio, ci diranno se quest’anno sarà davvero la volta buona. 

Insomma, che il Progetto Inter continui. Amala! 

P.s: Ah, sì, ecco i convocati per il ritiro in Trentino!

Portieri: Berni, Carrizo, Handanovic, Radu;
Difensori: Andreolli, Ansaldi, D’Ambrosio, Della Giovanna, Dodo, Juan Jesus, Miangue, Miranda (dal 10 luglio), Nagatomo, Ranocchia, Santon, Yao, Erkin (entro il fine settimana);
Centrocampisti: Bessa, Gnoukouri, Kondogbia, Melo, Zonta;
Attaccanti: Bakayoko, Biabiany, Icardi, Jovetic, Palacio, Pinamonti.

giulma
Latest posts by giulma (see all)

About the Author

giulma
Interista a otto anni grazie a un doppio passo del Fenomeno, visto per caso in televisione. Le lacrime di amarezza del 5 maggio hanno scavato solchi, colmati dalle lacrime di gioia per un Triplete festeggiato il giorno di uno straordinario ventesimo compleanno. Innamorato dei colori nerazzurri e di Javier Zanetti.

Be the first to comment on "Inter, il Progetto continua"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*