Inter-Bayern Monaco, timidi passi avanti

L’Inter perde la prima delle tre amichevoli in Cina, contro il Bayern Monaco. I nerazzurri scendono in campo con la formazione largamente annunciata alla vigilia, ovvero Handanovic; Montoya, Ranocchia, Murillo, Dimarco; Brozovic, Kovacic, Kondogbia; Hernanes; Palacio, Icardi.

La ghiotta palla gol nerazzurra dopo 2 minuti, creata e sciupata da Hernanes, è solo un’illusione. I bavaresi, più avanti nella preparazione (del resto il loro campionato inizia il 14 agosto), restano più forti anche senza Robben e Ribery, e la partita dei nerazzurri resta impostata su difesa e ripartenza.

A sinistra il veloce Douglas Costa mette in difficoltà il giovane Dimarco, che comunque per tenacia e carattere si farà valere, mentre dalla parte di Montoya si soffre relativamente poco. Il blocco di centrocampo resiste abbastanza bene, ma sono molti gli errori in fase di impostazione e ripartenza (pressochè nulla). Si concedendo al Bayern tre palle gol, la parata di Handanovic (unica) su Lewandowski al minuto 6, il salvataggio di Murillo sulla linea alla mezzora e, in chiusura di tempo, un diagonale di Muller di poco fuori. Nel complesso Murillo dirige bene la difesa, dando un pò di fiducia anche a Ranocchia, ma esce precauzionalmente al 40° minuto di gioco, per via di un dolore al polpaccio. Al suo posto Jesus. Nel Bayern anche Lahm esce per infortunio.

La ripresa regalerà davvero poche emozioni, lasciando invariato il copione Attacco vs Difesa, solo annacquato dalle sostituzioni. Nell’Inter entreranno, in ordine sparso, Carrizo, Nagatomo, Andreolli, Santon, Popa, Baldini, Gnoukouri, Longo e Delgado. Il Bayern prova esclusivamente con conclusioni da fuori area, l’Inter si difende in modo abbastanza pregevole, e al 70° entrambe le squadre sono piene di giovani. Quando la partita sembra incanalata verso uno scialbo 0-0, una macroscopica disattenzione di tutto il reparto arretrato porta al gol dei bavaresi. Gotze viene lanciato a rete, Jesus al suo solito fuori posizione di una quindicina di metri, Andreolli sbaglia il movimento del fuorigioco, e il campione del mondo solo soletto entra in area, siede l’incolpevole Carrizo e deposita in rete. L’Inter tenta goffamente una reazione, che si produce in un colpo di testa di Jesus da calcio d’angolo, forte ma centrale. Davvero troppo poco.

Il disastroso piazzamento sul gol del Bayern (Fonte Twitter @nonleggerlo)

Il disastroso piazzamento interista sul gol del Bayern (Fonte Twitter @nonleggerlo)

Non bisogna fare drammi, è pur sempre il 21 luglio e le considerazioni lasciano il tempo che trovano. Vuoi per la caratura dell’avversario, vuoi per i ritmi lenti, è difficile dire se l’Inter abbia retto bene l’urto o se il Bayern abbia passeggiato, ma rispetto alla prime due uscite si evidenzia un lieve miglioramento della fase difensiva, merito dell’innesto di Murillo, mentre il centrocampo formato da Kovacic, Brozovic, Kondogbia e Hernanes ha convinto poco, specialmente in costruzione. Mancini ha espresso moderata soddisfazione nel post partita, ricordando che “siamo ancora indietro a livello fisico rispetto a loro” e ammettendo poi che “Sicuramente non siamo al loro livello in questo momento” ma lasciando un certo ottimismo per il futuro.

https://youtu.be/VthANsc3m-I

Non resta che aspettare il prossimo test, sabato 25 luglio sempre alle 14 ora italiana, stavolta contro il Milan.

 

Mikhail
Latest posts by Mikhail (see all)

About the Author

Mikhail
Cintura nera di interismo da sempre, fonda Progetto Inter come angolo di sfogo, insieme al fratello Alessandro. Orfano di Christian Eriksen, ma sicuro che Inzaghi non possa mai essere più indisponente di Antonio Conte.

Be the first to comment on "Inter-Bayern Monaco, timidi passi avanti"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*