Che squadra è il Getafe?

L’Inter trova il Getafe negli ottavi di finale di Europa League. Gli interisti che seguono di più il calcio internazionale hanno fatto una brutta faccia, cerchiamo di capire perchè.

Il Getafe viene da una stagione quasi clamorosa in Liga. Quinta in classifica, ma ad un punto dall’Atletico Madrid terzo. In sostanza in lotta per la qualificazione in Champions League. Ha disputato un girone senza sconfitte in Europa League, arrivando secondo dietro al Basilea. Non propone un calcio alla spagnola, nonostante giochi molto alta (40 metri) e sia molto corta. Niente tiki-taka quindi, ma pochi passaggi ed un più pragmatico catenaccio. Vengono spesso paragonati all’Atletico Madrid per l’atteggiamento in campo (molto falloso). Schierati con il classico 4-4-2, con la fisicità come punto di forza e ripartenze rapide. Il giocatore più in vista è il più chiacchierato Marc Cuccurella, centrocampista di proprietà del Barcellona (5 assist fin qui).

Il Getafe ha subito due sconfitte nelle ultime due giornate di Liga, ma contro Siviglia e Barcellona. Sono riusciti ad eliminare (quasi) a sorpresa l’Ajax dall’Europa League, rivelazione della scorsa Champions (che eliminò la Juventus). La squadra di Madrid ha vinto 2-0 in casa, e nel ritorno sconfitta ininfluente in Olanda, per 2-1.

Stadio piccolo e molto calde, tanta corsa e fisico.

L’Inter soffre un po’ questo genere di avversari, come abbiamo visto in campionato. Visto la partita molto fisica, Lukaku sarà fondamentale per aprire i varchi tra i due centrali spagnoli (titolari Djené e Cabaco). Molto dipenderà dell’approccio nella partita d’andata (in casa nostra, il 12 marzo, ritorno in Spagna il 19 marzo), e dalla nostra condizione psico-fisica.

Giusto avere preoccupazione, ma ancora più giusto ricordare che loro sono di certo più preoccupati di noi. Dobbiamo essere consci della difficoltà dell’impegno, ma per vincere la competizione (cui il sottoscritto tiene tantissimo) dobbiamo essere pronti ad affrontare chiunque. Del resto la nostra squadra era progettata per andare oltre i gironi di Champions, e le sfide contro Barcellona e Borussia ce lo confermano (seppur con alti e bassi).

In parole povere, il Getafe è una squadra tosta, che ha il vantaggio di giocare senza troppa pressione. Ma noi abbiamo più qualità, ricambi e spessore. Di squadre di valore in questa Europa League, orfana dell’uscita delle potoghesi, dell’Arsenal e dell’Ajax appunto, ne sono rimaste ancora molte. E vogliamo dimostrare di essere i migliori in gara.

Mikhail

About the Author

Mikhail
Amante del cinema, cintura nera di interismo da sempre, fonda Progetto Inter come angolo di sfogo, insieme al fratello Alessandro. Sognatore e innamorato dei calciatori più o meno falliti, spera che Suning e Spalletti riescano a raddrizzare la baracca. E magari sarebbe bello vedere Ausilio fuori dalle scatole.