Erkin, chi è questo illustre sconosciuto?

Cominciamo con le poche cose che tutti sanno, o hanno sentito, su Caner Erkin: è un terzino sinistro, è turco, è veloce, ha un buon piede sinistro e giocava nel Fenerbahce, da cui arriva come svincolato. Cerchiamo di andare a fondo, e scoprire qualcosa di più sul suo conto.

Inizia la carriera nelle giovanili del Manispor, squadra che nella stagione 2015/16 ha vinto il campionato di Second League turca (equivalente della nostra Lega Pro), e fa tutta la trafila con la maglia della nazionale. Nel 2004-5 Erkin debutta nel professionismo nell’equivalente della Serie B turca, giocando solo quattro gare. La stagione successiva, con il Manispor promosso in massima serie, dopo non aver giocato le prime 8 partite, prende il posto da titolare e non lo molla più, disputando 24 partite e realizzando due reti, dimostrandosi un giovane molto interessante. Non da giovane terzino ma come esterno d’attacco, in quanto Erkin nasce come ala pura, ed è in questo ruolo che si inizia ad affermare nel calcio turco. L’anno successivo gioca solo la prima parte di stagione, con 14 partite, segnando due gol, e nella pausa invernale, a gennaio 2007, a 18 anni appena compiuti, viene acquistato dal CSKA Mosca.

Il precoce approdo nella forte compagine moscovita gli procura qualche problema di adattamento. Nella prima stagione giocherà solo 8 partite, realizzando comunque un gol, mentre l’anno dopo le cose andranno un po’ meglio, con 18 partite disputate e due gol. L’anno successivo, gioca solo 7 partite in campionato, e nella pausa estiva (il campionato russo si svolgeva durante l’anno solare, da marzo a novembre) viene ceduto in prestito al Galatasaray. Non giocherà altre partite con il CSKA, chiudendo la sua esperienza russa con 48 partite (di cui 7 in Champions League), tre reti segnate, e tre trofei vinti: due Supercoppe di Lega (2007, 2009) e una Coppa di Lega (2009).

La stagione in prestito al Galatasaray, dal punto di vista sportivo, è per Erkin un ritorno a ottime prestazioni. Conquistandosi con impegno una maglia da titolare, gioca 30 partite in totale, di cui 4 di Europa League, e segna tre reti in campionato ma, come vi accorgerete da soli guardando questi numeri, sono poche partite per una stagione sola. il 20 aprile 2010, Caner Erkin e Arda Turan, giocatore turco probabilmente più forte e rappresentativo dell’ultimo decennio, vengono alle mani in allenamento. Per questo motivo viene messo fuori rosa, e la società non ne esercita il diritto di riscatto.

A quel punto il Fenerbahce fiuta l’affare, e lo acquista dal CSKA nell’estate del 2010, per circa 2 milioni di €, ed è proprio qui che Erkin viene pian piano reinventato terzino, mutando il suo ruolo naturale. Il cambio di ruolo lo facilita nel trovare la sua dimensione, col Fenerbahce disputa sei stagioni di ottimo profilo, diventando un punto fermo della nazionale turca e vincendo ben 5 trofei: due campionati turchi, due Coppe di Turchia e una Supercoppa Turca.  L’Inter lo tratta, più o meno ufficialmente nel 2014, ma Mazzarri preferirà puntare sull’acquisto di Dodò. Con i gialloblu di Istanbul, Erkin si dimostra uomo assist come pochi in Europa, almeno dal punti di vista statistico, infatti oltre ai 16 gol segnati in 213 partite, spicca l’enorme numero di assist realizzati, ben 48, di cui 40 nelle ultime quattro stagioni, quindi con una media stagionale da far spavento.

Nell’ultima stagione turca, Erkin ha giocato un po’ meno del solito per via di un problema al menisco, ma i guai fisici sembrano definitivamente alle spalle. Ha disputato Euro 2016 con la Turchia, dove ha faticato a mettersi in luce, anche per colpa di una nazionale non proprio in grande spolvero. Gli interisti più attenti avranno notato però la bella giocata contro la Croazia:


Sperando che Caner si adatti presto al campionato italiano, noi non possiamo che fargli i nostri auguri di benvenuto, segnalando anche la simpatica foto in felpa dell’Inter del terzino diciassettenne, caricata su Twitter dal Erkin stesso dopo aver firmato con la maglia dell’Inter.

Mikhail
Latest posts by Mikhail (see all)

About the Author

Mikhail
Cintura nera di interismo da sempre, fonda Progetto Inter come angolo di sfogo, insieme al fratello Alessandro. Orfano di Christian Eriksen, ma sicuro che Inzaghi non possa mai essere più indisponente di Antonio Conte.

Be the first to comment on "Erkin, chi è questo illustre sconosciuto?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*