Carpi-Inter, l’anteprima della gara

Neppure il tempo di gioire per la felice conclusione dell’estenuante trattativa con protagonista Ivan Perisic che per l’Inter è tempo di tornare in campo a caccia dei tre punti, questa volta contro una delle neopromosse che tanto ha stupito nello scorso campionato di serie B, il Carpi.

In settimana Mancini ha potuto contare sui recuperi a pieno regime di Hernanes e Guarin, ma allo stesso tempo si è ritrovato con un Icardi in meno e un Brozovic ancora in dubbio per la gara del Braglia. I nerazzurri scenderanno in campo col consolidato 4-3-1-2, dato che il transfer per l’esterno offensivo ex Wolfsburg non è arrivato entro le 12 di sabato mattina, rendendo di fatto impossibile un suo impiego già domenica. L’attacco rimarrà dunque immutato, a cercare di scardinare la difesa avversaria ci saranno nuovamente Palacio e il giustiziere dell’Atalanta, Jovetic. Trovato un certo equilibrio sulla linea difensiva, con Santon, Miranda, Murillo e Juan Jesus a giostrare davanti ad Handanovic, i dubbi maggiori per il Mancio riguardano senza dubbio il centrocampo: dare nuovamente fiducia a Gnokouri dal primo minuto come mezzala, o preferirgli uno fra Guarin, Hernanes e l’acciaccato Brozovic? In tre per una maglia, posta l’intoccabilità (apparente) di Medel e (questa sì, certa) di Kondogbia.

Per quanto riguarda i biancorossi, l’esordio in serie A non è stato certo dei più brillanti: 5-2 contro la Sampdoria e tanti interrogativi sulla tenuta difensiva degli emiliani. Nonostante il 3-5-1-1 di mazzarriana memoria messo in campo da Castori, non c’è stato modo di arginare dei fulmini di guerra in termini di velocità come Muriel ed Eder, che sono andati a nozze fra le maglie sorprendentemente larghe della difesa carpigiana, guidata dall’esperto Spolli con ai fianchi Bubnjic e Gagliolo. In vista della gara contro l’Inter, l’argentino ex Catania lascerà spazio a Letizia, per il resto interamente confermata la difesa che agirà di fronte a Brkic, a centrocampo invece oltre la probabile assenza di Lollo potrebbe fare il suo esordio con la nuova maglia il brasiliano Wallace, ricordato a Milano prevalentemente per.. oddio, forse sto esagerando, in effetti nessuno se lo ricorda. Completano la mediana a cinque Fedele, Marrone, Lazzari e Gabriel Silva, l’attacco invece, vista l’assenza del totem Mbakogu, vedrà protagonisti abbastanza certamente Matos e Wilczek.

Le due squadre si sono già incontrate nel precampionato, a luglio finì 4-2 per l’Inter. Ripetere lo stesso risultato non sarebbe malvagio.

Inter (4-3-1-2): Handanovic; Santon, Miranda, Murillo, Juan Jesus; Gnoukouri, Medel, Kondogbia; Hernanes; Palacio, Jovetic. Allenatore: Mancini.

Carpi (3-5-1-1): Brkic; Gagliolo, Spolli, Bubnjic; Wallace, Fedele, Marrone, Lazzari, Gabriel Silva; Matos; Wilczek. Allenatore: Castori.

 

Paolo
Latest posts by Paolo (see all)

About the Author

Paolo
Ho perso la testa per l’Inter, senza saperne il perché. Uno dei pochi ad aver comprato il libro di Mazzarri, abbagliato dalla bellezza del 3-5-2. Nel tempo libero tento di fare l’ingegnere, ma mi riesce meglio ubriacarmi di sport rigorosamente dal divano. Neuer è un modello.

Be the first to comment on "Carpi-Inter, l’anteprima della gara"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*